Come vincere una gara di appalto grazie al Rating di Legalità

/ Ott 1, 2018 / No Comments / In blog / By

Sempre più in questi ultimi anni il tema della legalità è un argomento molto sentito nel nostro Paese. Mai come in questi ultimi anni sono sorte iniziative, giornate dedicate, manifestazioni per recuperare un valore fondamentale nella costituzione etica di uno Stato moderno. Soprattutto in quegli ambiti dove il rischio di infiltrazioni non chiare è particolarmente insidioso, sono nati degli strumenti per combattere ed arginare questo malcostume diffuso. In ambito economico, ad esempio, esiste il “rating della legalità“.

Il rating della legalità è uno strumento a disposizione delle aziende che operano nel nostro paese che possono farsi “giudicare” dall’AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) il quale, dopo aver esaminato una serie di fattori attribuisce un punteggio all’azienda in questione, esprimendolo in stelline (un po’ come si fa per i ristoranti ad esempio). Più l’azienda rispetta determinati parametri, più il punteggio sarà alto ovviamente.

Ma quali vantaggi può ottenere l’azienda lasciandosi “giudicare” dall’AGCM?

Diciamo subito che i vantaggi possono essere molti, anche di natura economica e fiscale, dal momento che il rating di legalità è riconosciuto a norma di legge dagli istituti di credito, dalle amministrazioni pubbliche e dal nuovo codice degli appalti. Soprattutto in tema di appalti il rating di legalità è considerato un requisito molto importante,proprio per la funzione che esplica, per ottenere punteggi maggiori nelle graduatorie di appalti pubblici.

Consente, infatti, di ottenere la precedenza in graduatoria a parità di punteggio o di ottenere punteggi aggiuntivi rispetto ad un’azienda che non lo possiede.
Il punteggio, come dicevamo, è espresso in stelline. Il minimo è una stellina, il massimo punteggio ottenibile sono tre stelline. Le ditte però possono ottenere ulteriori punteggi aggiungitivi con la dimostrazione di ulteriori attestazioni. Questi punteggi aggiuntivi sono espressi mediante il segno aritmetico + ed è possibile ottenerli aderendo, ad esempio, a protocolli d’intesa non obbligatori. Un esempio può essere la disponibilità, da parte dell’impresa, a rendere tracciabili e trasparenti tutti i pagamenti, anche quelli che non superano la soglia stabilita dalla legge per la tracciabilità.

Un altro protocollo d’impresa molto importante al quale possono aderire le imprese è anche quello di accettare di essere iscritte nella white list, ovvero nella lista di ditte fornitrici che non hanno avuto tentativi di infiltrazioni mafiose.

E’ possibile ottenere queste valutazioni positive anche aderendo a disposizioni interne di categoria che autoregolamentano le attività e la gestione di aziende che operano in un determinato ambito. La funzione di questi segni positivi per l’azienda è molto importante: infatti al raggiungimento di tre valutazioni positive I’AGCOM assegna una stella nel rating fino al raggiungimento massimo delle tre stelle, che è comunque il limite massimo.

Il rating di legalità è uno strumento molto valido se si pensa che ha validità di soli due anni dal momento del rilascio e che si rinnova solo su richiesta e dopo la ripresentazione di tutta la documentazione. Inoltre possiede un’altra caratteristica molto importante da questo punto di vista: è revocabile. Infatti se anche durante il periodo di validità del rilascio l’azienda perde anche solo uno dei requisiti necessari ad ottenerlo, l’Antitrust dispone la revoca d’ufficio. Se invece viene a mancare anche uno solo dei requisiti che avevano permesso all’azienda di ottenere un rating più alto, l’Antitrust può disporre d’ufficio l’abbassamento della valutazione espressa dalle stellette di cui prima.
Un effetto molto importante per le imprese che ottengono il rating di legalità nell’ambito delle gare d’appalto è dato dall’art. 93 che prevede che, nei contratti di servizi e forniture l’importo della garanzia e del suo eventuale rinnovo, è ridotto della misura del 30% (non cumulabile però con altre riduzioni previste dal medesimo articolo).

Per tutti questi motivi risulta chiaro, alla luce di quanto esposto, quanto sia importante per un’azienda ottenere il rating di legalità quando vogliono partecipare a gare d’appalto pubbliche. Uno strumento indispensabile e molto efficace e valutato molto positivamente dal mondo degli operatori economici.

Related Posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *